Tirocini Regione Veneto
Lunedì 06 Ottobre 2014 13:41

Tempi Moderni S.p.A.- Agenzia per il lavoro può attivare Tirocini in Veneto (iscrizione elenco dei soggetti accreditati ai servizi per il lavoro d. 685/2013).

Il tirocinio è un periodo di orientamento e formazione in una situazione non configurata come un rapporto di lavoro; consente ai soggetti coinvolti di sperimentare la realtà lavorativa attraverso l’affiancamento diretto sul luogo di lavoro.


Soggetti coinvolti:

  • Soggetto promotore (Tempi Moderni): progetta l’esperienza di tirocinio, assumendo la responsabilità della qualità e della regolarità dell’iniziativa;
  • Soggetto ospitante (Azienda): tutti i datori di lavoro, pubblici e privati, liberi professionisti e piccoli imprenditori;
  • Tutor aziendale: soggetto all’interno dell’azienda in possesso di competenze professionali adeguate per garantire il raggiungimento degli obiettivi del tirocinio;
  • Referente del soggetto promotore: definisce e monitora condizioni organizzative utili all’apprendimento.

Progetto formativo: delinea il percorso formativo del soggetto nel periodo di tirocinio. Deve necessariamente indicare:

  • obiettivi e attività previste dal percorso di formazione;
  • dati del tirocinante, del soggetto promotore, della sede di svolgimento e della durata del tirocinio;
  • nominativi e recapiti del tutor didattico aziendale e del referente del soggetto promotore;
  • presenza di eventuali facilitazioni previste (buoni pasto, rimborso spese, ecc...).

Tirocinanti: rientrano nei tirocini formativi e di orientamento i seguenti soggetti:

  • Neo qualificato/diplomato: soggetto che ha acquisito da non più di 12 mesi una qualifica professionale o un diploma di istruzione secondaria di secondo grado;
  • Neo laureato/dottorato: soggetto che ha acquisito da non più di 12 mesi una laurea o il titolo di dottore di ricerca;

Limiti numerici: la normativa prevede limiti numerici ai soggetti ospitanti:

  • n.1 tirocinante per volta se liberi professionisti, piccoli imprenditori senza dipendenti o unità operative con un numero di dipendenti a tempo indeterminato compreso fra 1 e 5;
  • n.2 tirocinanti per volta se unità operative con un numero di dipendenti a tempo indeterminato compreso fra 6 e 20;
  • se unità operative con un numero di dipendenti a tempo indeterminato superiore a 21, il numero di tirocinanti attivi contemporaneamente è pari al 10% dei suddetti dipendenti.

Copertura Assicurativa: i soggetti promotori sono tenuti a garantire la copertura assicurativa dei tirocinanti contro gli infortuni sul lavoro presso l’INAIL, nonché presso idonea compagnia assicuratrice per la responsabilità civile verso terzi.

Durata e impegno orario: i tirocini formativi e di orientamento possono avere una durata massima di n.6 mesi e minima di n.2. E’ previsto un unico percorso di tirocinio presso il medesimo soggetto ospitante. Il tirocinio non dovrà superare l’orario settimanale previsto dal contratto applicato dal soggetto ospitante.


Convenzioni: il soggetto ospitante è tenuto a dichiarare sotto la propria responsabilità:

  • il tirocinante non verrà impiegato per la sostituzione di lavoratori assenti con diritto alla conservazione del posto di lavoro;
  • di essere in regola con la normativa di cui al D.lgs. 81/08 (“Testo Unico in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro”), con la normativa di cui alla L. 68/99 (“Norme per il diritto al lavoro dei disabili”) e con l’applicazione dei contratti e accordi collettivi di lavoro;
  • di non avere in corso sospensioni dal lavoro o procedure di licenziamento collettivo e, comunque, di non aver effettuato nei 12 mesi precedenti licenziamenti di lavoratori con mansioni equivalenti, fatti salvi quelli per giusta causa o per giustificato motivo soggettivo.

Indennità di partecipazione: i tirocini attivati devono prevedere una indennità di partecipazione non inferiore a 400,00 euro lordi mensili, riducibili a 300,00 euro lordi mensili qualora si prevedano buoni pasto o il servizio mensa. Inoltre, l’obbligo di corrispondere l’indennità di partecipazione è in capo al soggetto ospitante; l’indennità può essere sostenuta dalla Regione e dalla Provincia, nell’ambito di specifici progetti.

Comunicazione agli Organi Competenti: il soggetto promotore adempie agli obblighi di comunicazione del progetto formativo, anche nei confronti delle organizzazioni sindacali e della Direzione Provinciale del Lavoro, mediante invio telematico all’apposito servizio messo a disposizione dalla Regione del Veneto.

Per ulteriori informazioni, per richiedere tirocinanti o per attivare un tirocinio i nostri riferimento sono:

TEMPI MODERNI S.P.A.

Filiale di Conegliano (TV)
Tel: 0438 25 00 08 - @: conegliano@tempimodernilavoro.it

Responsabile: dott. Francesco Tamburrano
Stefania Miuzzo
dott. Massimiliano Fregolent

 

Filiale di Pordenone (PN)
Tel. 0434 78 18 80 - @: pordenone@tempimodernilavoro.it

dott.ssa Chiara Liva
dott.ssa Chiara Pallozzi